POLVERINI, NEL 2011 AL VIA CAMPAGNA PER IL PARTO NATURALE

“Un Paese che crede nel futuro non può non investire sulla maternità e su questi bambini. Difficile non commuoversi davanti a loro, sono il nostro futuro e il senso della vita”. Così la presidente della Regione, Renata Polverini, che ha visitato la clinica ostetrica del Policlinico Umberto I, partecipando al tradizionale incontro con i genitori dei neonati prematuri dell’Unità di neonatologia e di terapia intensiva neonatale del nosocomio romano. All’ iniziativa, organizzata con la collaborazione della Onlus Aurora, hanno preso parte anche Clio Napolitano, moglie del presidente della Repubblica, i vertici sanitari dell’ospedale tra cui il prof. Mario De Curtis e l’imprenditrice Luisa Todini, attiva con iniziative di beneficenza nel settore della pediatria. Polverini nell’occasione ha annunciato alcuni interventi a sostegno della maternità, spiegando che nel 2011 la Regione avvierà “una campagna per il parto naturale”, considerato che il Lazio è “una regione che ha una percentuale troppo alta di parti cesarei, il 44%”. La governatrice ha sottolineato infatti la necessità di “ricondurre il parto a quello che è il più naturale degli eventi e non una malattia”, per questo “la Regione ha il dovere di sensibilizzare e creare le condizioni perché tante donne tornino a pensare al parto come a un fatto naturale”. Proprio a questo scopo, ha aggiunto Polverini, “stiamo rendendo definitiva l’autorizzazione per la casa del parto di Ostia”.