Pendolari, nuovi finanziamenti ai Comuni

È stato pubblico il bando di finanziamento ai Comuni per la realizzazione di interventi a favore del pendolarismo, relativamente a strutture per il miglioramento del trasporto pendolare in termini di sicurezza e comfort a terra dell’utenza. La Regione Lazio, infatti, ha promosso un “programma di interventi straordinari in materia di pendolarismo e mobilità integrata e sostenibile” inerente interventi diretti a favorire il miglioramento della mobilità e degli standard qualitativi del trasporto pubblico
locale sul territorio regionale.
Il programma di cui trattasi ha diverse finalità. Innanzitutto la promozione di azioni finalizzate allo sviluppo di una mobilità sostenibile ed integrata, poi la promozione di strumenti idonei ad incentivare l’utilizzo del sistema di trasporto pubblico, attraverso l’incremento dell’offerta qualitativa, a livello di affidabilità e di comfort del servizio, la promozione di iniziative per la sistemazione e la messa in sicurezza delle fermate e dei capolinea degli autobus del trasporto pubblico locale e infine la promozione di processi di partecipazione di associazioni di pendolari e utenti del trasporto pubblico locale, finalizzati al miglioramento dell’offerta e della
qualità dei servizi.
Il programma sarà attuato attraverso il finanziamento di progetti secondo tre differenti linee di azione. Innanzitutto il “Progetto di Promozione della partecipazione dell’utenza ai processi di efficientamento del Tpl”, con l’allestimento di un numero congruo di “Uffici mobili” in grado di stazionare sui principali nodi di scambio per raggiungere l’utenza su tutto il territorio regionale, poi attraverso i “Finanziamenti ai Comuni”, finalizzati a fornire servizi aggiuntivi e sussidiari all’ordinario Tpl e attività promozionali sulla mobilità sostenibile. Infine “Finanziamenti ai Comuni”, finalizzati alla realizzazione di strutture per il miglioramento del trasporto pendolare in termini di sicurezza e comfort a terra dell’utenza; in quest’ultimo caso, al fine di consentire un’ampia partecipazione ai benefici di legge da parte dei Comuni interessati, si procede alla pubblicazione del presente “bando di partecipazione”.