49 milioni di euro per la messa in sicurezza degli edifici scolastici

Settanta milioni di euro. A tanto ammontano i finanziamenti contenuti nello schema di delibera di Giunta approvato oggi dalla Commissione bilancio, programmazione economico-finanziaria e partecipazione, presieduta da Franco Fiorito(Pdl), alla presenza dell’assessore al Bilancio, Stefano Cetica. Lo schema di delibera numero 42 contiene l’invito, rivolto a enti locali e municipi del Comune di Roma, a presentare “proposte ai fini dell’elaborazione del programma straordinario per la messa in sicurezza degli edifici scolastici”, in attuazione dell’assestamento di bilancio dello scorso anno (legge regionale n. 3/2010). Lo stanziamento previsto è di 41 milioni e 237 mila euro. Comuni, province e municipi della Capitale avranno quarantacinque giorni di tempo, a partire dal giorno di pubblicazione del provvedimento sul Bollettino ufficiale delle Regione Lazio, per presentare le domande compilate secondo l’apposito schema predisposto dalla Giunta.

I finanziamenti regionali sono destinati a interventi proposti e cofinanziati dagli enti locali, che prevedano l’adeguamento al rischio sismico, l’abbattimento delle barriere architettoniche per portatori di handicap, miglioramenti e adeguamenti funzionali e lavori per la messa in sicurezza di impianti e di elementi non strutturali oltre a interventi finalizzati alla riduzione dei costi di gestione, come l’istallazione di impianti fotovoltaici. Oltre ai 41 milioni per il piano straordinario, la delibera di Giunta n. 42 destina sette milioni e 366mila euro a interventi per la messa in sicurezza di 34 edifici scolastici i cui progetti sono stati già presentati alla Regione e per i quali viene fissato al 31 luglio il termine per la presentazione delle deliberazioni che approvano l’elaborato progettuale definitivo. Con la stessa delibera infine vengono approvati 162 interventi sul territorio “che hanno ad oggetto la realizzazione e l’innovazione di lavori ed opere pubbliche già validamente presentati”. La Regione contribuisce così all’attuazione di numerosi progetti dei Comuni del Lazio che riguardano la riqualificazione di quartieri cittadini e centri storici, la realizzazione di parcheggi pubblici, la messa in sicurezza di nodi stradali e cimiteri, il potenziamento della pubblica illuminazione, biblioteche, complessi parrocchiali, piste ciclabili e quant’altro.

Nel corso della seduta odierna la Commissione Bilancio ha approvato anche lo schema di delibera di Giunta n. 40 riguardante la ricognizione delle partecipazioni societarie indirette della Regione Lazio. Invece, ancora una volta fumata nera per la norma finanziaria della proposta di legge regionale n. 112/2010 concernente: “Iniziative a tutela della sicurezza domestica”. Lo stanziamento di soli centomila euro è considerato insufficiente rispetto agli obiettivi del provvedimento e continua a lasciare perplessi diversi consiglieri, sia di maggioranza che di minoranza, che hanno chiesto all’assessore Cetica un’ulteriore riflessione sullo stanziamento da destinare alla proposta di legge, in vista del prossimo assestamento di Bilancio.