INSEDIATE LE QUATTRO COMMISSIONI SPECIALI

24/02/11 – Il presidente Mario Abbruzzese ha insediato oggi le quattro commissioni speciali del Consiglio regionale, che hanno eletto i rispettivi presidenti e vicepresidenti.

Marco Di Stefano (Pd) è stato eletto presidente della commissione speciale “Federalismo fiscale e Roma Capitale”, vicepresidenti Carlo De Romanis (Pdl) e Giuseppe Celli (Lista civica per Bonino). Quest’ultimo, subito dopo la proclamazione dell’esito del voto, ha annunciato le proprie dimissioni dalla commissione. “Mi dimetto – ha dichiarato Giuseppe Celliperché considero superflue le commissioni speciali, in quanto le loro funzioni possono essere integrate nelle attuali commissioni permanenti. Si tratta – ha aggiunto – di un’operazione costosa, inutile e consociativa”.
Gli altri sei membri della commissione sono: Giancarlo Miele, Giovanni Di Giorgi e Veronica Cappellaro del Pdl, Rodolfo Gigli dell’Udc, Mario Di Carlo del Pd, Annamaria Tedeschi dell’Italia dei valori.

La commissione “Sicurezza e prevenzione degli infortuni sui luoghi di lavoro” ha eletto presidente Luigi Abate (Lista polverini) e vicepresidenti Gina Cetrone (Pdl) e Francesco Dalia (Pd). Gli altri quattro membri sono: Pietro Sbardella (Udc), Fabio Nobile (Fds), Carlo De Romanis (Pdl) e Giulia Rodano (Idv).

Filiberto Zaratti (Sel) è stato eletto presidente della commissione speciale “Sicurezza ed integrazione sociale, lotta alla criminalità”. Eletti vicepresidenti Pino Palmieri (Lista Polverini) e Antonio Paris (Misto). Gli altri quattro membri sono: Giancarlo Miele e Isabella Rauti del Pdl, Giuseppe Parroncini del Pd e Giuseppe Rossodivita della Lista Bonino-Pannella.

La commissione speciale “Giochi olimpici 2020 e grandi eventi”, infine, ha eletto presidente Romolo Del Balzo (Pdl) e vicepresidenti Francesco Carducci Artenisio (Udc) ed Enzo Foschi (Pd). Gli altri quattro membri sono: Alessandro Vicari e Mario Brozzi della Lista Polverini, Angelo Bonelli dei Verdi e Mario Mei di Alleanza per l’Italia. Non hanno partecipato al voto Foschi, Bonelli e Mei.